lunedì 23 dicembre 2013

MERLUZZO IN CROSTA post-operatorio e AUGURI A TUTTI

Dopo quasi un anno di attesa sono riuscita a farmi operare di alluce valgo.
Sono passate tre settimane.
Ancora non riesco a camminare perfettamente, ma me la cavo ;-)
I miei ninni erano preoccupatissimi perchè il primo giorno non riuscivo a stare in piedi.
E sono stati dolcissimi con me, mi hanno riempito di coccole ^_^

Bando alle ciance ...

Tempi di auguri e tempi di bilanci.
Auguro a tutte/i voi un felice Natale e soprattutto auguro che il Nuovo Anno porti tanta serenità.

L'anno che sta volgendo al termine è stato, grazie a Dio, meno problematico per la salute dei miei ninni ma peggiore per la mia di salute sia fisica che di portafoglio :-(

A Babbo Natale chiedo quindi salute per me ed i miei ninni (nonché i miei cari) e che non mi si rompa nulla per il prossimo anno ...

Vi lascio con una ricetta vergognosamente veloce ed estremamente economica adatta: al cenone della vigilia, alle tasche di buona parte degli italiani e ... a mia sorella ^_^

Un abbraccio a tutte/i quanti.



Ingredienti
filetti di merluzzo scongelati (io Eurospin)
patate
olio extra vergine di oliva (io Goccia di Sole)
rosmarino (di casa ...)
2 o 3 spicchi di aglio in camicia
sale

In una teglia versare un filo di olio evo.
Adagiare i filetti scongelati e gli spicchi di aglio.
Pelare le patate e tagliarle a fettine sottilissime.
Disporle sul filetto assieme agli aghi di rosmarino.
Salare e versare ancora un filo di olio.
Cuocere in forno a 180° fino alla doratura delle patate.
Servire.

martedì 26 novembre 2013

Nuovo capitolo e carote speziate senza glutine e senza lattosio

Con oggi inizio un nuovo capitolo culinario.
O meglio una nuova etichetta.
Tutta dedicata alla mia sorellona Stefania, la cui voglia e fantasia per cucinare è prossima allo zero...
Però è bravissima in tante altre cose ^_^
L'etichetta è "salva tempo".
Ricette, o meglio idee, di una semplicità mostruosa.
Ma anche eccezionalmente saporite nonché senza glutine e senza lattosio.
Perdonatemi quindi per la "povertà" di ingredienti e di preparazione.

Visto che mia sorella si limita all'insalata come contorno ... oggi propongo delle semplicissime carote speziate. Effetto assicurato e pure gusto. Questa preparazione mi riporta indietro nel tempo, quando viaggiavo a destra ed a manca per fare immersioni. Altri tempi ...


Ingredienti
6 carote
1 piccola cipolla rossa di tropea
50 gr. di burro meggle senza lattosio
una punta di cucchiaino di zenzero
una punta di cucchiaio di paprika dolce
una punta di cucchiaino di curry
sale qb

Pelare le carote con il pelapatate.
Tagliarle a rondelle in obliquo.
In una larga padella far sciogliere il burro, aggiungere le carote.
Far dorare leggermente (3/4 minuti) poi aggiungere acqua sino a coprire appena appena le carote. 
Aggiungere le spezie e far cuocere sino all'assorbimento di tutta l'acqua.

PS: Poiché le carote a me non piacciono mollicce, l'acqua l'aggiungo poco alla volta assaggiando di volta in volta le carote per verificarne il grado di cottura.
PS: Con questo contorno ottimo abbinamento è anche un semplice petto di pollo alla piastra ...

giovedì 21 novembre 2013

Mini hot dog senza glutine e senza lattosio

Cenetta frugale con amici di sabato sera.
Avevo deciso di cazzeggiare (non si dovrebbe scrivere, lo so, ma tant'è...) in cucina e quindi di preparare cosine sfiziose ma soprattutto super veloci.
E ci sono riuscita ^_^
Cosa ho preparato?
Non so se dirvelo, perché alcune cose sono veramente delle stupidaggini, ma ripeto per scena/sapore/velocità meritano di essere citate.
Dunque eccovi l'elenco:
- chips di melanzana (figo no? sembrano patatine e invece ... tah dah! sorpresa! - tagliare super sottili fettine di melanzana lunga e friggere in abbondante olio evo bollente, scolare e salare)









- frittelle di mais (la mia amichetta le ha divorate ^_^ - pastella di farina Schaer e latte Mila senza lattosio, sale, una scatola di mais sgocciolato, friggere a cucchiaiate in abbondante olio evo bollente, scolare e salare)


- crostino con pallina di formaggio al dragoncello e mostarda di pere (poi ve lo racconto)









- mini hot dog
- Pasta con pesto alla siciliana
- Gelato (senza glutine e lattosio della gelateria artigianale "Il gelato").
Ecco i mini hot dog



Ingredienti
1 confezione di mini wurstel senza glutine e lattosio

1 confezione di pane in cassetta DS
1 confezione di senape delicata (a me forte non piace)


Togliere la crosta alle fette di pane.
Tagliare il pane a striscioline poco più piccole dei wurstel
Bagnarle con uno spruzzo di acqua
Arrotolarle sui wurstel strizzando
Infornare in forno caldo a 180° fino a doratura
Guarnire con un ciuffo di senape.
Servire.
Difficile vero? ;-)

lunedì 11 novembre 2013

Pizza CATARI' senza glutine una volta che la provi ...

Mannaggia! Manco da un mese e passa! Chissà quante cose mi son persa :-(
Spero di recuperare. Quando? Beh, prima o poi ...
Nel frattempo non è che in questo mese non abbia fatto proprio nulla nè!
Sono stata dalla mia mamma a Milano (caliamo un velo pietoso, poi quando e se mi passa racconto...)
Sono stata spremuta come un limone al lavoro (altro velo pietoso, qui non credo che mi passi perché le arrabbiature aumentano di giorno in giorno, insieme a  rughe e capelli bianchi...)
Ho preparato il giardino per vederlo sonnecchiare in inverno ed esplodere (spero, altrimenti calerò un altro velo pietoso...) in primavera.
Ho fatto tanti esperimenti e prove culinarie.
Come quella del titolo.
Bene. Oddio ... bene ...
Si dice "se lo conosci lo eviti". Ecco io ora conosco la pizza Catarì senza glutine e GIURO che la eviterò per sempre (meglio la DS surgelata se proprio uno non c'ha tempo).
L'avevo trovata in Puglia, a Molfetta, alla Coop. Pensavo di aver fatto una bella scoperta. Pensavo...
Dunque da dove comincio ...
Pasta molliccia (e l'ho lasciata pure un pochino di più in forno) e sciapetta (della serie "il sale questo sconosciuto" ...).
Ho seguito passo passo la ricetta.
Ho pure farcito (dopo il primo assaggio alla "Margherita") con ottimi funghi porcini e prosciutto cotto.
Ma niente da fare. Di buono c'era solo la farcitura...
Comunque ve la presento lo stesso.
Ovviamente de gustibus non disputadum est ...







mercoledì 2 ottobre 2013

Ratatouille verde ... come le mie tasche ...

Una volta il colore verde mi faceva pensare alla primavera.
Alle colline toscane.
Alla freschezza.
Alla genuinità.
Oggi mi fa ricordare solo le mie tasche.
Ma so, purtroppo, di essere in ottima compagnia con milioni di italiani.
Vi lascio quindi a questa buonissima ratotuille (che mi è venuta voglia di farla dopo aver rivisto nuovamente l'omonimo cartone animato...) che è verde ed estremamente economica. 
Ovviamente ...


Ingredienti
4 peperoni friggitelli verdi grandi
1 melanzana
1 gamba di sedano
2 zucchine medie
100 gr di olive verdi denocciolate sgocciolate
1 cipolla media bionda
1 dado vegetale*
peperoncino in polvere
olio evo Goccia di Sole

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Tagliate a listarelle sottili i peperoni, a fettine sottili cipolla e sedano, a cubetti piccoli melanzana (a cui avrete eliminato la buccia) e zucchine.
In una larga padella mettere un filo di olio evo, mettere tutti gli ingredienti (comprese le olive)e far rosolare.
Aggiungere poi un paio di bicchieri di acqua ed un dado e far cuocere sino ad assorbimento completo dell'acqua. A cottura ultimata spolverizzare con il peperoncino, mescolare e servire.

Deliziosa con i formaggi, ma io l'ho usata pure per farcire una piadina arrotolata ^_^

lunedì 30 settembre 2013

Riciclo di pane ciok Giusto senza glutine




"Mammaaaa! Che chifo! Cosa hai complato? Mi viene da vomitale!"
Il dolce e carino esserino artefice di si tal frase è il mio ninni Alex. A cui si aggiunto il coro di Chrissi.
Cinque anni compiuti a luglio.
I fatti.
Per risparmiare sulla spesa e non solo, ho deciso di usare il mio mensile di settembre per comprare pasta e dolci per i miei ninni.
Tra i dolci di cui loro ora sono in fissa ci sono i pan goccioli.
Tra gli scaffali della farmacia ce ne erano ben due tipi.
Quelli della Giusto e quelli della Schaer (ora so che quelli della Schaer sono più buoni - sempre detto dall'esserino di cui sopra).
Il problema.
Cosa ne faccio ora dei pan goccioli (si ok è pane ciok ma è lo stesso no?) della Giusto che effettivamente non sono particolarmente buoni e sono secchi da morire?
La soluzione.
Il riciclo chic ...
Dunque, per rendere morbido il pan goccioli l'ho sbriciolato (tempo 1 secondo netto...), l'ho irrorato con una bagna di acqua ed un goccio di rhum, ho fatto della semplice crema pasticcera (tra l'altro senza lattosio), ho montato della leggerissima panna senza lattosio, ho realizzato un disco di cioccolato con oro alimentare.
Ecco l'eco-risultato ^_^
Fatto assaggiare ai ninni : "Mammaaaa! Perché hai fatto la torta piccolissima? Domani la rifai!". 
E questi si che son soddisfazioni!!!



Ingredienti
4 pane ciok della Giusto500 ml di latte senza lattosio Mila
4 tuorli d'uova
100 gr. di zucchero
40 gr. di amido di mais *
1 stecca di vaniglia bourbon
200 ml di panna senza lattosio Addadì
1 cucchiaio di rhum
100 gr. di cioccolato extra fondente 70% Lindt
oro alimentare in scaglie

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Preparare la crema pasticcera.
Mettere in una casseruola il latte di soia con i semi di vaniglia e portare a bollore. Poi spegnere e lasciare riposare per 5 minuti. In una ciotola unire lo zucchero con i tuorli d'uovo e sbattere con le fruste per un paio di minuti, incorporare l'amido di mais, unire a filo il latte. Una volta ben amalgamati (non ci devono essere grumi!), riversare nella casseruola e portare a bollore sempre mescolando, sino ad ottenere una crema consistente. Spegnere il fuoco e far raffreddare.
Composizione
Bagnare (poco) il pane ciok con una "bagna" fatta di acqua ed un cucchiaio di rhum (le quantità sono ad occhio...). Strizzare bene e formare il fondo con l'ausilio di un coppapasta rotondo. Sempre nel coppapasta aggiungere la crema pasticcera e formare uno strato, stesso procedimento per la panna montata.
Mettere in frigo per una mezz'ora e poi rimuovere delicatamente il coppapasta.
Sciogliere a bagno maria il cioccolato. Stenderlo su un foglio di carta da forno in uno strato di 1 mm e cospargere con l'oro alimentare. Coppare con il coppapasta. Far solidificare il frigorifero e poi appoggiarlo a mo' di tappo alla composizione.

venerdì 27 settembre 2013

Caprese in carrozza senza glutine e senza lattosio

Io non sto su un carrozza trainata da cavalli.
No. Assolutamente no. 
Sto su un treno impazzito.
Di che parlo?
Semplice. Indovinate cosa mi si è rotta a casa ora? Pure la seconda caldaia.
In casa abbiamo due caldaie. Anzi per la precisione una caldaia ed uno scaldabagno (solo per acqua sanitaria).
Come vi dicevo giorni fà si era rotta la caldaia per l'acqua calda. E ieri (nelle prove di accensione che si fanno prima del periodo invernale) pure la caldaia per il riscaldamento. La stessa caldaia che solo l'inverno appena passato ci era costata € 700 di manutenzione e ricambi.
Sto seriamente pensando di traslocare. Anzi di migrare al caldo. Così avrei un problema in meno ^_^
Vi lascio con una carrozza decisamente migliore della mia situazione a casa ...


Ingredienti
2 mozzarelle senza lattosio
4 pomodori rotondi (trucchetto: prendeteli grandi quanto una mozzarella!)
4 foglie di basilico fresco
1 uovo
pan grattato senza glutine
farina senza glutine

Tagliare a fette di circa 1 cm le mozzarelle e lasciarle a scolare per almeno una mezz'ora.
Tagliare a fette orizzontali il pomodoro.
Fra due fette di pomodoro inserire una fetta di mozzarella ed una foglia di basilico.
Passare il sandwich prima nella farina, poi nell'uovo sbattuto ed infine nel pangrattato.
Friggere in abbondante olio evo ben caldo affinché la panatura sia dorata.
Scolare, salare e servire. 

giovedì 26 settembre 2013

Scaloppine di tacchino al Vin Santo senza glutine e senza lattosio

Ultima preparazione per il GOOD 2013.
Di una semplicità mostruosa.
Di una economia fantastica.
Di una velocità meravigliosa.
Di un sapor DIVINO (ah ah ah ah ! avete capito divino =  di vino ... humor inglese ...)
Oggi sono più rimbamba del solito ^_^
Piatto gradito (nonostante la presenza del vino) anche dal mio ninni Alex.



Ingredienti
4 fette di petto di tacchino
50 g di burro Meggle senza lattosio
50 g di farina Schaer
1 confezione di panna da cucina di soya
2 bicchieri di Vin Santo
Sale
Pepe
Preparazione
Battete con il batticarne le fette di tacchino, infarinatele e adagiatele in una padella dove avrete fatto sciogliere il burro. Lasciate cuocere per circa 15 minuti.
Una volta dorate le fette, cospargete di Vin Santo e lasciate cuocere per qualche minuto, utilizzando ancora una spolverata di farina se il sughetto dovesse risultare troppo liquido.

Coprite con la panna e mescolate delicatamente. Salate e pepate, poi servite.

lunedì 23 settembre 2013

Lasagne di verdure senza glutine e senza lattosio

Altro piatto preparato per il contest GOOD per un Natale all'insegna delle tasche praticamente vuote come le mie ...
Niente male. Devo dire niente male.
Chissà se riuscirò a farle mangiare anche alla mia mamma che è famosa per essere estremamente schizzinosa ...
Per esempio ... A Pasqua avevo fatto uno sformatino di carciofi e mia mamma, mentre lo facevo, mi disse "mica vorrai che io mangio quella roba lì?" con annessa faccia disgustata.
Poi, essendoci a tavola altri ospiti, mi aveva fatto la grazia (in tutti i sensi) di assaggiare con la punta di un coltello e ... "ma è buono! mi dai la ricetta che così lo faccio alla zia?". 
E no che non te la do. E non gliela ho data. 
E non l'ho nemmeno pubblicata. Ciccalamineeeeeee.
Ok. Sono infantile. Ma come riesce mia mamma a farmi girare le scatole in un nanosecondo non ci riesce nessuno ^_^
Ecco comunque la ricetta per un piatto che alla fine è pure light (e pure questo non guasta!). L'ho scovata su un sito e l'ho adattata alle mie esigenze http://www.pinomessina.it/lasagne-vegetariane.php



 Ingredienti
 3 cipollotti freschi
1 spicchio di aglio
160 grammi di broccoli
 2 patate di grandezza media
 1 carota
  200 g di funghi
   1 melanzana
 250 g di lasagne DS/Schaer
 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
  1/2 peperone rosso
200 g di pomodori pachino
1 costa di sedano
q.b. pepe e sale
 1 zucchina
1/2 porro
70 g di farina Schaer per salse
1 pizzico (generoso) di noce moscata grattugiata
  70 g di burro Meggle senza lattosio
1 litro di latte Mila senza lattosio
200 g di parmigiano grattugiato senza lattosio

Preparazione
Dopo aver lavato e asciugato le verdure, tagliamo a bastoncini, o a fette, le patate, i peperoni, le melanzane, il sedano, le zucchine, i funghi e le carote.
Schiacciamo lo spicchio di aglio, dopo averlo sbucciato, e lo mettiamo a imbiondire in padella con due o tre cucchiai di olio: quindi uniamo le zucchine e i funghi, che andranno lasciati a rosolare con la fiamma media per qualche minuto.
Quando le zucchine e i funghi sono cotti, ma piuttosto al dente, aggiustiamo di sale e spegniamo il fuoco.
In un altro tegame abbastanza grande versiamo tre cucchiai di olio, e facciamo appassire il porro e i cipollotti precedentemente tritati.
Dopo una decina di minuti uniamo la carota, il sedano, le patate, le melanzane, i broccoli e il peperone.
Se necessario, i broccoli possono essere scottati per qualche minuto in acqua salata bollente. Le verdure nel tegame vanno cotte a fuoco lento, eventualmente un cucchiaio di brodo vegetale o acqua bollente nel caso in cui risultino troppo asciutte.
Quando la cottura è circa a metà, aggiungiamo anche le zucchine e i funghi, quindi, per ultimi, i pomodorini tagliati a cubetti.
Lasciamo andare per qualche minuto, poi spegniamo e di dedichiamo alla besciamella: uniamo latte, burro, farina e noce moscata, e portiamo il tutto a cottura mescolando continuamente, fino a creare un composto liquido ma cremoso. 
Le lasagne sono quasi pronte: in una pirofila dalla forma rettangolare, versiamo un filo di olio e qualche cucchiaio di besciamella; appoggiamo le lasagne, le ricopriamo con la besciamella, le verdure e il parmigiano.
Questa operazione va effettuata fino a esaurimento degli ingredienti.
A questo punto, non rimane che infornare le lasagne, per un'ora a 180°.
Una volta terminata la cottura e tirate fuori dal forno, le lasagne vanno lasciate raffreddare per qualche minuto.
Quindi si possono servire, eventualmente spolverate con qualche cucchiaiata di parmigiano.

venerdì 20 settembre 2013

Sformatino di ricotta con sugo di datterini senza glutine e senza lattosio

A-ri-ri-ecchime.
E' passato molto tempo dal mio ultimo post.
Perchè? E quanto siete curiose!
Dunque.
Fino al 14 agosto sono state a casa mia la mamma e la mia sorellona (ergo tempo zero per nuove sperimentazioni ma solo rifacimento di piatti che le due signore avevano visto sul blog e "non puoi non farcelo assaggiare"...)
Poi mi son fatta il ponte di ferragosto e pure quelli che portano al mare del litorale laziale.
Quindi ho avuto una settimana di relax e di apatia culinaria TOTALE in cui andavano a go-go sughi pronti, pesto, pastina in brodo, affettati, uova sode, ecc...
Dal 26 agosto all'8 settembre sono stata in vacanza in Puglia (poi vi racconto).
Son tornata ed in ufficio mi han spremuto peggio che un limone.
Ma non solo. Ovviamente ...
A casa indovinate un po' che è successo? Si è rotta la caldaia e, giusto per non farmi mancare NIENTE, mi hanno rotto un vetro della macchina.
Il mio conto corrente ha chiesto trasferimento ...
Ma ve lo ricordate cosa mi si è rotto e cosa ho dovuto cambiare quest'anno? No? Ecco l'elenchino:
- frigorifero
- lavatrice
- lavastoviglie
- asciugatrice
- seggiolini auto
- gomme macchina
Mica cosine da € 10!!!! Ed ora vetro macchina e caldaia! BASTAAAAAAAA!
Va beh. Perché vi tedio con il racconto del mio disastro finanziario?
Semplice. Ho ricevuto l'invito per partecipare a GOOD 2013 di Udine Fiera in cui bisognava proporre dei menù per il prossimo Natale con vari temi.
Non potevo non partecipare, e non potevo non fare il menù ECONOMICO. Ovvio no?
Questa è la preparazione che ho previsto per l'antipasto. 
Semplice. Leggero. Economico.
Alla portata, di pancia e tasca, di tutti ^_^
L'ho visto su questo sito e l'ho adattato alla mia esigenza dell'intolleranza al lattosio.
http://www.cucinaericette.it/ricette/secondi-piatti/sformatino-di-ricotta.asp



Ingredienti
400 g ricotta FreeFrom Despar senza lattosio
1 uovo
3 cucchiai di parmigiano reggiano
8 foglie di basilico
1 macinata di pepe (possibilmente bianco)
½ cipolla piccola di Tropea
15 pomodorini datterini
Olio extra vergine di oliva

Scaldate il forno a 180 gradi e, nel contempo preparate il sugo per gli sformatini tagliando a piccoli pezzi i pomodori rossi maturi e togliendo i semi.
Tritate anche mezza cipollina rossa di Tropea e preparate un generoso fondo di olio extravergine d'oliva.
Mettete pomodori e cipolla nella padella, aggiungete un pizzico di sale grosso e fate cuocere per 10 minuti.
A cottura ultimata aggiungete metà basilico e fate raffreddare. Frullate il tutto fino a far diventare il sugo una salsina.
A questo punto mettete la ricotta in una ciotola capiente e unite tutti gli ingredienti restanti, vale a dire: il Parmigiano, il sale e l'uovo intero ed il pepe.
Mescolate fino a che non otterrete un composto omogeneo, ungete con l'olio gli stampini da muffin e infornate per una decina di minuti.
Se avete gli stampini di silicone non occorrerà far nulla se non infornare!
Dopo la cottura lasciate intiepidire i vostri sformatini e serviteli con il sugo di pomodoro a specchio e una foglia di basilico per guarnizione.

martedì 30 luglio 2013

Crema pasticcera arcobaleno senza glutine e senza lattosio

In questi giorni ho in casa la mia mamma e la mia ex suocera.
Per carità nessun problema (a parte i miei soliti battibecchi con la mia mamma e la difficoltà a farmi capire con il mio stentato tedesco dalla mia ex suocera).
Se non fosse che il mio carissimo ex marito è isterico.
E' una cosa che gli succede da sempre.
Gli capitava anche quando sentiva la madre solo per telefono.
Sua mamma mi fa tenerezza: ha 80 anni, ha preso l'auto ed è andata all'aeroporto di Norimberga/Monaco, si è fatta il viaggio da sola, da sola si è ripresa i bagagli, ed ora ? Nulla.
Lui non  si è preso nemmeno un giorno di ferie!
E' venuta qui per lui ed i nipotini e lui la lascia sola per tutto il tempo! 
Al massimo la porta alle terme di Caracalla una sera... Mah...
Ieri sera il mio ex si è sfogato su di me per le sue frustrazioni:
1. mi è saltato letteralmente in testa per una stupidaggine sulla gestione della tata senza nemmeno darmi la possibilità di spiegare, come sempre del resto ...
2. si è indispettito quando gli ho detto che avevo invitato sua mamma a venire con me ed i miei ninni un giorno al mare.
3. si è trasformato in un istrice perché li ho invitati a cena (e qui la "motivazione" - con nome e cognome - la conosco)
Sua mamma invece è stata contenta per entrambe gli inviti. Ovviamente.

Bando alle ciance, ultima ricettina dei dolci fatti per il compleanno dei miei ninni.
Una stupidaggine ma fighissimi da vedere no?


Ingredienti
500 ml di latte senza lattosio Mila
4 tuorli d'uova
100 gr. di zucchero
40 gr. di amido di mais *
1 stecca di vaniglia bourbon
colorante alimentare in Gel Wilson (viola, blu, azzurro, verde, giallo, arancio, rosso)

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Mettere in una casseruola il latte di soia con i semi di vaniglia e portare a bollore. Poi spegnere e lasciare riposare per 5 minuti.
In una ciotola unire lo zucchero con i tuorli d'uovo e sbattere con le fruste per un paio di minuti, incorporare l'amido di mais, unire a filo il latte di soya. Una volta ben amalgamati (non ci devono essere grumi!), riversare nella casseruola e portare a bollore sempre mescolando, sino ad ottenere una crema consistente. Spegnere il fuoco e far raffreddare un pochino.
Suddividere la crema pasticcera in sette coppette. In ogni coppetta aggiungere il colorante alimentare (7 colori). Riempire 7 sac a poche e riempire poi le tazzine (o bicchieri se volete) con la crema pasticcera ricreando l'arcobaleno. Tenere in frigo sino al momento di servire.

giovedì 25 luglio 2013

Olive ascolane senza glutine


Era tempo che volevo preparare le olive ascolane anche perché quelle surgelate senza glutine: 
a. costano un occhio della testa 
b. non mi soddisfano.
Del resto è tanto tempo che voglio fare un sacco di cose ma è proprio il fattore tempo a mancare...
E visto il festeggiamento serale del compleanno dei miei ninni, ho colto la palla al balzo ^_^

Ho trovato la ricetta su questo sito e l'ho adattata alla mia mancanza di tempo per prepararle nonché alla mia proverbiale pigrizia...

http://deglutinevolissimevolmente.blogspot.it/2013/03/nonne-e-olive-allascolana-senza-glutine.html

Ingredienti
4 barattoli belli grossi di Olive di Sicilia in salamoia (io Olive Giganti Denocciolate Eurospin)

300 gr di polpa di manzo tagliata a tocchetti (io macinata)
100 gr di polpa di maiale tagliata a tocchetti (io macinata)
50 gr di petto di pollo tagliato a tocchetti (io macinata)
1 carota + 1 cipolla piccola + 1 gambo di sedano (io il soffritto pronto surgelato)
2 uova
- tanto parmigiano grattugiato (io 30 mesi)
- farina senza glutine per impanare (io ho usato la Schaer Farina)
- pangrattato senza glutine (io ho usato il Mais Tostato)
- Olio di semi di girasole abbondante
- Olio extra vergine di Oliva (io Goccia di Sole - olio di Molfetta)

- Noce moscata (io ho usato quella Cannamela da grattare al momento)
- 1 bicchiere di vino bianco
- sale e pepe

Fare il soffritto di carota, cipolla e sedano tritati, un filo di olio evo. 

Aggiungere la carne, far rosolare e sfumare con un po' di vino bianco sino a fine cottura.
Far raffreddare. Mettere nel mixer ed aggiungere il rosso di un uovo, poi il parmigiano e poi un altro rosso d'uovo, il sale, il pepe e una grattugiatina generosa di noce moscata.
Far mixare sino ad ottenere una farcia come una pasta molto ma molto soda.
Tagliare le olive in due, riempirle con la farcia (io prendevo un pizzico con le dita e lo modellavo a mo' di nocciolo).
Passare le olive ricomposte nella farina, poi nella chiara d'uovo sbattuto e poi nel pangrattato.
Lasciar riposare un quarto d'ora e friggere in abbondante olio di semi di girasole sino a quando diventano dorate.
Scolare, salare un pochino e servire (io vado matta pure se sono fredde...).

martedì 23 luglio 2013

Muffin arcobaleno senza glutine e senza lattosio


Come dicevo ieri, per la festa di compleanno dei miei ninni tutto è ruotato sul tema dell'arcobaleno.
Piattini di plastica, bicchieri e tovagliolini con tutti i 7 colori dell'arcobaleno.
Fuochi d'artificio con i colori dell'arcobaleno (mica facile trovarli eh...)
Occhialini luminosi con i colori dell'arcobaleno (più o meno)
Inviti con l'arcobaleno.
E poi pure i muffin.
La torta non l'ho fatta perché loro gli anni li compivano il 14 luglio ma la festa ho dovuto farla il 13 perché era un sabato e quindi anche gli adulti potevano far tardi senza l'ansia del lavoro...
Ecco la ricetta che ho trovato su questo sito
http://gikitchen.wordpress.com/2010/10/04/rainbow-cupcakes/



Ingredienti
3 bicchieri di plastica di farina per dolci Schaer
2 bicchieri di zucchero
1 bicchiere di latte senza lattosio Mila
3 uova
1 bicchiere di burro fuso senza lattosio Della Torre
1 bustina di lievito*
1 fialetta di essenza di vaniglia*
colorante alimentare in Gel Wilson (viola, blu, azzurro, verde, giallo, arancio, rosso)

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Unire tutti insieme gli ingredienti nella planetaria e far miscelare affinché si ottiene un composto omogeneo.
Dividere  l’impasto in sette ciotoline diverse a cui si deve aggiungere il colorante alimentare in gel (7 colori!!!).
Riempire sino a 2/3 i pirottini di carta iniziando con l'impasto viola, poi il blu, l'azzurro, il verde, il giallo, l'arancio ed infine il rosso.
Mettere in forno a 180 gradi per 20 minuti circa.

lunedì 22 luglio 2013

Assente giustificata ... Cake pops arcobaleno senza glutine e senza lattosio


Ebbene si.
Questa volta sono stata assente più che giustificata.
Ho preparato casa, giardino e cucina per la festa di compleanno dei miei ninni.
Domenica 14 luglio hanno compiuto 5 ANNI!!!!
A differenza degli altri due anni passati, in cui tutto girava attorno al mondo di Cars, quest'anno ho preferito cambiare genere ed andare su qualcosa di estremamente colorato.
C'è da aggiungere che sono innamorati degli arcobaleni che, grazie al pessimo tempo estivo di quest'anno, vediamo molto frequentemente ^_^
Parte quindi oggi la carrellata delle cosine che ho preparato per la loro festa! E spero di non mancare più per così tanto tempo perché mi son mancate tutte le virtuali amiche foodblogger e tutte le loro ricette ;-))

I coloranti li ho comprati su internet e sono quelli in gel della Wilson.
La pdz, sempre presa su internet, è la Satin Ice - specifica per estate e copertura.
La ghiaccia reale l'ho presa su internet.
I cristalli di zucchero anche quelli trovati su internet.
Il resto l'ho fatto io (e direte: almeno quello...).


Ingredienti per la torta
1 vasetto di yogurt bianco senza lattosio Stuffer
2 vasetti di zucchero
2 vasetti di farina senza glutine Mix Dolci Schaer
1 vasetto di fecola di patate
1 vasetto scarso di olio di semi di girasole
1 bustina di lievito*
3 uova
1 bustina di vanillina*

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Per preparare la torta 7 vasetti iniziate separando gli albumi dai tuorli, sbattete questi ultimi con i due vasetti di zucchero aiutandovi con una planetaria o delle fruste elettriche (1) e poi aggiungete, sempre sbattendo, il vasetto di yogurt (2). Incorporate anche l’olio di semi a filo. Aggiungete a questo punto la scorza del limone (3),i due vasetti di farina (4), il vasetto di fecola e il lievito amalgamando il tutto con un cucchiaio di legno. 
In ultimo aggiungete i 3 albumi che avrete montato a neve con un pizzico di sale (5), lavorate il composto delicatamente con una spatola, facendo attenzione a non smontare gli albumi. Imburrate e infarinate una tortiera a cerniera apribile dal diametro di 24 cm (o di 22), versatevi l'impasto (6) e infornate il dolce per circa 35-40 minuti a 180°C. Quando la torta 7 vasetti sarà fredda estraetela dallo stampo e spolverizzatela con dello zucchero a velo!

Ingredienti per i cake pops
pasta di zucchero
coloranti in gel (viola, blu, azzurro, verde, giallo, arancio, rosso)
cristalli di zucchero colorati
ghiaccia reale
marmellata di albicocche

Sbriciolare con le mani la torta ed aggiungere 3/4 cucchiai di marmellata di albicocche ed iniziare ad impastare (aggiungere marmellata sino a quando si formano delle palline compatte ma non appiccicose).
Formare le palline tutte uguali (io le ho pesate una per una, per un peso di ciascuna di 26gr)
Mettere in frigorifero per almeno due ore.
Nel frattempo prelevare piccole quantità di pdz e colorarla con il colorante in gel (ne basta pochissimissimo!!!). 
Preparare la ghiaccia reale e poi separarla in 7 bicchierini e colorarla. Riporre il tutto in frigo sino all'utilizzo.
Stendere con un mattarello la pdz bianca (aiutarsi con dello zucchero al velo) molto sottile e, con l'aiuto di un coppapasta, formare tanti dischetti.
Rivestire 14 palline con la pdz bianca facendo aderire bene la pdz e poi arrotolando più volte la pallina fra le mani. Infilare lo stecchino da cake pops.
Di queste 14 palline, 7 devono essere spennellate con pochissima gelatina trasparente e poi passate nei cristalli di zucchero.
Le altre 7 vanno decorate con filini (a me purtroppo son venuti filoni...) di ghiaccia reale colorata.
Infine stendere le varie pdz colorate e procedere come sopra.
Riporre il tutto in frigo.







mercoledì 19 giugno 2013

Chi non muore ... Pasticcio di tacchino senza glutine e senza lattosio


Una ricetta al mese.
Questo è tutto quello che ora riesco a fare.
Assurdo!
Incredibile!
Pauroso!
Vergognoso!
E chi più ne ha più ne metta.
Al lavoro mi stanno letteralmente massacrando.
Tempo massimo da dedicare a giri su internet fra i 30 secondi ed il minuto ...
Devo essermi persa moltissime ricette sigh :-(((
A casa sto rivoluzionando il giardino (poi vi farò vedere le foto), tinteggiando la cameretta dei miei ninni e, giusto perché ho tanto tempo libero..., ho trovato un micetto sulla strada (a fianco del fratellino investito...) e non ho potuto non prenderlo.
Anche di lui metterò le foto.
Quando? Perché non ora?
Semplice. Mi è sparita la macchina fotografica! Tipico no?
Questa che posto oggi è l'ultima ricetta che sono riuscita a fotografare. Ricetta presa e riadattata da DonnaModerna.
A dirla tutta più che pasticcio di tacchino sembra un'aragosta ^_^
E' un secondo molto leggero, saporito ed ottimo anche a temperatura ambiente. I ninni hanno notevolmente apprezzato.
A presto. Forse.


  • Ingredienti
    800 g di carne di tacchino macinata
    un peperone rosso e uno giallo
    2 fette di pancarre Schaer rustico
    mezzo bicchiere di latte senza lattosio Mila
    2 uova  
    30 g di parmigiano reggiano 30 mesi
    uno spicchio d'aglio
    olio extravergine d'oliva
    sale, pepe  
    Lavate i peperoni e arrostiteli nel forno a 200° per circa 20 minuti, quindi privateli della pellicina e dei semi e tagliateli a striscioline sottili.
    Mescolate la carne con le uova, il pane ammorbidito nel latte e strizzato, l'aglio tritato, il parmigiano reggiano grattugiato e un pizzico di sale e pepe.
    Mettete il composto su un foglio di carta da forno unto di olio e dategli la forma di un grosso salsicciotto; fate aderire sulla superficie le striscioline di peperone e avvolgete il polpettone nella carta. Cuocetelo in forno a 180° per circa 45 minuti, svolgendolo dalla carta a meta cottura.

mercoledì 15 maggio 2013

Crostata iper cioccolatosa di Ernst Knam senza glutine e senza lattosio


Mamma mia quanti giorni son passati!!!
Tantissimissimi!!!!
Purtroppo mi son fatta prendere la mano dalle varie festività e ferie e sopratutto dalle beghe lavorative ... quindi, nonostante di sforzi culinari ne abbia fatti parecchi, non ho pubblicato NIENTE.
Ma peggio ancora non ho dato la giusta sbirciata ai blog amici.
Chiedo venia ^_^
Rincomincio oggi. 
Anzi no. Rincomincio lunedì. Mi hanno appena chiamato i capi ....
Va beh, dai, si sa che chi ben comincia è già a metà dell'opera...
Ho trovato questa ricetta sul blog di Angela (La ricetta della felicità).
Mi ha incuriosito parecchio. E non solo. Ho sbavato sulle sue foto...
Del resto Ernst Knam me lo guardo tutte le volte che posso su Real Time e sbavo anche sulla televisione...
Una "sfida" quindi per me, abbastanza scettica (nonchè insicura) di farcela a fare la pasta frolla con ingredienti naturalmente senza glutine.
Beh. Devo ricredermi. Al 100%. Un successo planetario!!!
Ok. Magari non proprio planetario, però casalingo di sicuro!!!
I miei ninni mi hanno fatto tantissimi complimenti e dato tanti baci ^_^
Bado alle ciance ecco qui la ricetta, che ho dovuto adattare anche senza lattosio 8sempre perchè non piace farmi mancare niente...).



Per la pasta frolla al cacao
1oo gr. di burro Meggle senza lattosio 
1o0 g di zucchero semolato
1 uovo da  40gr
qualche goccia di estratto di vaniglia
120gr di farina di riso finissima 
40gr di amido di mais *
30 gr di fecola di patate
16 g di cacao amaro in polvere 
un pizzico di sale

Per la crema al cioccolato (crema pasticcera+ganache al cioccolato)
250 g di latte accadì senza lattosio
1/2 stecca di vaniglia
25 gr di amido di mais *
1 uovo
80 g di zucchero semolato 
125 g di panna liquida (30gr di burro Meggle senza lattosio +60gr di latte Accadì senza lattosio)
100gr di cioccolato fondente al 70% Lindt

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Preparate la pasta frolla:
Disponiamo a fontana le farine e il cacao, dentro ci mettiamo lo zucchero, il burro a pezzetti, l'estratto di vaniglia e l' uovo. Impastiamo bene e formiamo un panetto, avvolgiamo in cellophane e mettiamo a riposare in frigorifero per almeno mezz'oretta.

Preparate il ripieno
Crema pasticcera: Versate il latte in un tegame, unite la stecca di vaniglia (io in genere la apro in due e tolgo i semini mettendoli direttamente nel latte) e ponete sul fuoco a riscaldare. A parte battete l'uovo con lo zucchero, appena saranno gonfi e spumosi unite l'amido mescolando bene. Unite a filo il latte (a cui avrete tolto la stecca) e riportate sul fuoco, fate cuocere mescolando con una frusta fino a far addensare la crema. Versate in una terrina e lasciate raffreddare.
Crema ganache: Versate il latte e il burro in una casseruola e mettetele a scaldare sul fuoco.
Portate a ebollizione, poi aggiungete il cioccolato tritato e mescolate ripetutamente fino a che non risulterà completamente sciolto e ben amalgamato.
Mescolate infine le 2 creme fino ad ottenere un composto omogeneo.

Rivestite con carta da forno (imburrata ed infarinata) uno stampo acerniera rotondo di 20 cm di diametro.
Mettete da parte una piccola quantità di pasta frolla per la decorazione a strisce, stendete il resto ad uno spessore di 3/4 millimetri e foderate la teglia. Versate il ripieno e livellate bene la superficie con un cucchiaio. Ricavate dalla frolla rimasta alcune strisce di pasta (per aiutravi spolverizzate il piano con Mix It) e disponetele a griglia sul ripieno.
Cuocete la crostata in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Lasciatela raffreddare completamente prima di sformarla e fatela riposare in frigo un paio d'ore prima di servire.