lunedì 11 novembre 2013

Pizza CATARI' senza glutine una volta che la provi ...

Mannaggia! Manco da un mese e passa! Chissà quante cose mi son persa :-(
Spero di recuperare. Quando? Beh, prima o poi ...
Nel frattempo non è che in questo mese non abbia fatto proprio nulla nè!
Sono stata dalla mia mamma a Milano (caliamo un velo pietoso, poi quando e se mi passa racconto...)
Sono stata spremuta come un limone al lavoro (altro velo pietoso, qui non credo che mi passi perché le arrabbiature aumentano di giorno in giorno, insieme a  rughe e capelli bianchi...)
Ho preparato il giardino per vederlo sonnecchiare in inverno ed esplodere (spero, altrimenti calerò un altro velo pietoso...) in primavera.
Ho fatto tanti esperimenti e prove culinarie.
Come quella del titolo.
Bene. Oddio ... bene ...
Si dice "se lo conosci lo eviti". Ecco io ora conosco la pizza Catarì senza glutine e GIURO che la eviterò per sempre (meglio la DS surgelata se proprio uno non c'ha tempo).
L'avevo trovata in Puglia, a Molfetta, alla Coop. Pensavo di aver fatto una bella scoperta. Pensavo...
Dunque da dove comincio ...
Pasta molliccia (e l'ho lasciata pure un pochino di più in forno) e sciapetta (della serie "il sale questo sconosciuto" ...).
Ho seguito passo passo la ricetta.
Ho pure farcito (dopo il primo assaggio alla "Margherita") con ottimi funghi porcini e prosciutto cotto.
Ma niente da fare. Di buono c'era solo la farcitura...
Comunque ve la presento lo stesso.
Ovviamente de gustibus non disputadum est ...







13 commenti:

  1. grazie per la dritta !!!! ne staremo alla larga....un abbraccio e un bacione ai ninni....

    RispondiElimina
  2. Che disdetta!! Quando mi capitano cose simili alla tua "sventura culinaria" inizio a borbottare come un trattore! Spesso vorrei provare mix nuovi, preparati nuovi, prodotti nuovi.. ma il terrore di ritrovarmi uno scempio a tavola.. per non parlare del tempo sprecato per tirar fuori una cosa immangiabile.. bè! Rimango su ricette e mix super collaudati e sicuri! Mi dispiace che ti sia uscita una pizza molliccia... ma se c'è una cosa che ho imparato.. è che bisogna arroventare la teglia alla max temperatura del forno e poi poggiarci subito l'impasto della pizza da cuocere... questo passaggio risolve al 99% il problema "molliccio/sempre-crudo".
    Un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la dritta della teglia, me ne ricorderò con prossimi impasti (ma non la Ctatarì!!!!) Baciotti

      Elimina
    2. no no! Con la Catarì no!! :D

      Elimina
  3. Sono sicura che non la comprerò mai. Per mio figlio, celiaco, la pizza la faccio con la farina che uso per il pane e viene buona considerando che non posso mettere la mozzarella perchè è intollerante anche a tutti i derivati del latte.
    Irene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai mai provato la mozzarella senza lattosio? Ce ne sono di vari tipi: Accadì, Liberi dal Lattosio, Free From della Despar, Saporosa di Puglia che è quella che preferisco (anche io per ora niente lattosio). Ciao

      Elimina
  4. che poi se uno ci pensa ci vuole così poco a fare la pasta per la pizza che del preparato catarì se ne può pure fare a meno senza troppi drammi, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Ma io son pigra (e curiosa) di natura ;-)

      Elimina
  5. Ho provato questa sera a fare la pizza con il preparato catarī. ..mai più non ha nemmeno lievitato... che schifezza. .. risultato incazzo totale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai cara! Mal comune mezzo gaudio!!!

      Elimina