giovedì 14 marzo 2013

Sablè salato alle noci con crema di robiola e gelatina di Dolcetto senza glutine ... Grazie Emanuela

E chi è Emanuela?
Beh devo dire che di Emanuela ce ne sono tre a cui voglio molto bene:
1. me stessa (giusto no?)
2. Emanuela amica da 11 anni e compagna di (dis)avventure materne
3. Emanuela del blog Aricciaspiccia.
Dunque, della prima non serve che parli ^_^
Della seconda vi dirò che abbiamo avuto un percorso di vita molto simile dall'inizio ad oggi (anche lei ha due gemelline della stessa età dei miei ninni, più un altro bimbo).
Della terza già sapete parecchio se, come me, seguite il suo blog.
A lei però devo inviare, oggi, un speciale grazie. 
Grazie per avermi fatto conoscere l'Azienda Agricola Prunotto. 
Grazie per avermi spinto, con il suo contest, alla sperimentazione di ricette che mai mi sarei sognata di preparare. 
Tra queste c'è proprio quella di oggi. Da tanto tempo ammiravo affascinata dei "dolcetti" (riduttivo per il nome che segue) di Luca Montersino. Li guardavo, leggevo e rileggevo la ricetta, mi facevo un esame di coscienza e poi richiudevo il raccoglitore convinta che non ce l'avrei mai fatta. E invece, grazie ad Emanuela mi sono buttata.
Uno potrebbe pensare che son matta, che tanto al massimo se non veniva bene sarebbe stato sufficiente non pubblicare nulla. Ma che ci volete fare, son del Capricorno ...
Ho trasformato quindi la ricetta di Montersino: i sablè dolci  son diventati salati (grazie al mix di Olga e Manu ), la crema dolce è diventata salata, il cuore di fichi dolci è diventata gelatina di dolcetto Prunotto, la gelatina di copertura dolce è diventata neutra. Vi presento quindi il risultato. 


Sablè alle noci con crema di robiola e gelatina di dolcetto Prunotto



Ingredienti per il sablè
46 gr. di amido di mais *
13 gr. di fecola di patate *
44 gr. di farina di riso glutinoso
2 gr. di xantano
50 gr. di noci macinate finissime
60 gr. di burro
1 tuorlo d'uovo
Ingredienti per la crema di robiola
100 gr. di robiola
100 ml. di panna fresca
3 gr. di agar agar
60 gr. di gelatina di dolcetto Prunotto
Ingredienti per la finitura
1 foglio di colla di pesce
oro alimentare
semi di sesamo

* gli ingredienti con questo simbolo sono a rischio - pertanto la confezione deve recare il simbolo di spiga barrata (vuol dire che è presente nel prontuario AIC) oppure deve recare la scritta "senza glutine"

Nel mix inserire tutti gli ingredienti per il sablè, far girare finchè non si forma un impasto "briccioloso". Compattare e mettere in frigo per un'ora.
Tirare poi la frolla ottenuta fino ad uno spessore di max 3 mm, mettere nelle formine per tartellette in silicone ed infornare in forno già caldo a 180° per 10/12 minuti.
Far raffreddare e trasferire poi nel frigorifero.
In una casseruola mettere la panna e farla scaldare, al momento della bollitura unire la robiola, amalgamare bene ed unire l'agar agar. Spegnere il fuoco, far raffreddare.
Stendere della pellicola trasparente sul piano da lavoro (inumidita). Formare con la crema di robiola uno striscia larga quanto l'interno delle tartellette e stendere sino ad uno spessore di max 5 mm. Mettere al centro della striscia la gelatina di dolcetto Prunotto sminuzzata. Arrotolare poi con l'aiuto della pellicola e stringere affinchè il tutto si compatti (a modo di salsicciotto). Mettere in frigorifero a rassodare per un paio d'ore.
Far sciogliere il foglio di colla di pesce con circa 100 ml. di acqua (controllate voi la consistenza).
Sformare le tartellette, spennellare il bordo con un pochino di gelatina e far cadere a pioggia i semi di sesamo (devono restare solo sul bordo). Tagliare a rondelle di circa 2 cm. di altezza il salsicciotto di crema di robiola (togliete la pellicola per tagliare!). Adagiare le rondelle al centro di ogni tartelletta, spennellare con la gelatina sciolta e decorare con oro alimentare.

NB: nel corso della preparazione mi ero dimenticata di unire lo xantano con il risultato di estrema friabilità delle tartellette ...



E questa è l'ultima ricetta con cui al contest di Emanuela

20 commenti:

  1. Emanuela! Hai un concetto di "bello" paragonabile ad un'opera d'arte! le tue sono creazioni! E la polvere d'oro... vuoi farmi proprio "rosicare", eh?! Ti voglio bene bella! Sei bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io farti rosicare? Ma che scherzi? Non ti immagini quante menate mi faccio prima di pubblicare un post ...
      Anche io ti voglio bene ^_^

      Elimina
    2. Ciccina cara anche un semplice uovo all'occhio di bue postato da te diverrebbe alta cucina! hai stile!! Baci baci e stai tranquilla! ^__^
      p.s. ti ho risposto sul mio blog.

      Elimina
  2. Wow! Bellissimi!
    Per la polvere d'oro quale hai usato? Quella di Manetti?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! La polvere d'oro è quella che vedi nella foto. Io l'ho presa qui a Roma da Castroni. Ciao.
      http://www.palatifini.it/it/decorazioni-alimentari/1859-oro-zecchino-decorazioni-alimentari-in-pagliuzze.html

      Elimina
  3. Complimenti, Emi!! Complimenti davvero.. hai creato dei piccoli capolavori! Chissà che buoni... posso solo immaginarlo! Un abbraccione e una splendida giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely sei sempre dolcissima e troppo buona ;-) Baciotti e splendida giornata a te :-)

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. complimenti :D
    BACI http://idolcibijoux92.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Complimenti, sei stata grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille carissima!
      Ho visto solo ora le TUE MERAVIGLIE fatte per il contest, stupefacenti!
      Un abbraccio

      Elimina
  7. una ricetta molto creativo per valorizzare al meglio i prodotti della prunotto

    RispondiElimina
  8. Spettacolari Ema! E grazie mille per l'introduzione :)! Sei dolcissima!!! Già abbiamo tre cose in comune il che non è poco: nome, segno e passione per la cucina :)!
    Questa è maestria in tutto per tutto...realizzare questi sablé deve esser stata un'impresa! Ma hai visto tu, in tutto e per tutto! e devono essere deliziosi! Bravissima!
    Un bacione enorme!
    Ema

    RispondiElimina
  9. Bellissima ricetta super creativa, baci baci
    alice

    RispondiElimina