martedì 22 maggio 2012

Nulla è ciò che sembra


Un titolo particolare per una cena particolare.
Ebbene si. Ce l'ho fatta. 
Sono riuscita finalmente a dare la cena che avevo annullato, causa malattie varie, il 30 marzo.
Il titolo già fa capire che la cena si base su illusione ottica.
Ossia pensi di vedere, e quindi mangiare, una cosa ma poi ... sorpresa!
La riuscita della cena la devo soprattutto alle mie virtuali amiche food-blogger da cui ho copiato alcune ricette ed idee adattandole per i celiaci.
Mi piace far conoscere il mio "mondo", fatto di materie naturalmente prive di glutine, alle persone che non sono celiache.
L'esclamazione più ricorrente è "Ma allora non ti perdi nulla!".
E io gongolo. Si può dire gongolo? Probabilmente si perché non risulta come refuso :)
Comunque, giusto per la cronaca, non è che non abbia niente di meglio da fare che vagabondare in internet alla ricerca delle ricette più spettacolari, strane, fantasiose ed inimmaginabili, nè?
E' che mi piace proprio tanto stupire le persone che invito.
E, giusto per rendere più eccitante la cosa, non faccio mai prove. 
Della serie "o la va o la spacca"
Ed ecco ora, sior e siore, bando alle ciance, il menù:

Antipasti:
Sembrano pasticcini ma, ovviamente, così non è. 
Sono tutti a base di pesce.
Le ricette? Più in là ... forse :P
Cantuccio - Pasticcino - Croccantino


Primi:
Sembra normalissima pasta che però, pur nella sua semplice bontà,  così semplice non è.
Naturalmente anche queste a base di pesce.
Tonnarelli al pesto - Pennette al pomodoro - Bucatini alla carbonara 


Secondi:
E secondo (ah, ah, ah, va beh dopo due giorni di cucina intensiva perdonatemi la freddura) voi poteva essere qualcosa che uno vede e dice "ah si! questo è ...".
No. Non ci pensate proprio. Non nascondo il puro divertimento nel vedere l'espressione dei commensali mentre assaggiavano questo e quest'altro. Per non parlare della gara a chi indovinava gli ingredienti. Manco a dirlo, c'è pure qui di mezzo il pesce ...
Bignè - Cannolo - Strudel

Dolce:
Anche qui la normalità non poteva farla da padrone. Dolce è dolce. Panna cotta è panna cotta. Ma sopra? No. Oggi non dico niente! Muta come un pesce sono ...
Panna cotta


Ebbene. Quanto siete incuriosite ora? Le ricette nei prossimi post.




Chissà se qualcuna di voi riconosce nelle foto una sua ricetta :)

4 commenti:

  1. Emanuela non puoi fare così!^__^
    Non vedo l'ora di leggere i tuoi prossimi post..sono super-curiosa! =)
    baci

    RispondiElimina
  2. aspettiamo con ansia le ricette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggi le prime. poi verranno le altre!!!

      Elimina